La poesia viscerale, Versi

Viscerale VI – Flusso di coscienza sulla solitudine

20 agosto 2012

'Viscerale VI - Flusso di coscienza sulla solitudine' 'Viscerale V - Sesso' è una poesia pubblicata su 'Il tricheco psichedelico' e fa parte della serie 'La poesia viscerale'.

Bussano alla porta

voci,

voci acute

che storpiano il mio nome.

Rispondi, rispondi a tono

dice uno;

fuggi furibondo scuote l’altro.

Mi chiami col mio nome

o non t’ascolto è ciò che penso,

è l’orgoglio del mio io

dal disgusto per il resto

per l’affanno per la corsa in me stesso

dove sto,

dove vivo,

dove resto.

 

Vitreo, scuro in volto e nudo dentro,

chiamala col suo nome

se non sei codardo.

Chiamala, cane di uno sguardo!

 

La gente parla come la gente sente

ma quantomeno

ha il coraggio di chiamarla solitudine.

Potrebbe piacerti

Send this to a friend