La poesia viscerale, Versi

Viscerale I – La rabbia

10 giugno 2012

'Viscerale I - La rabbia' è una poesia pubblicata su 'Il tricheco psichedelico' e fa parte della serie 'La poesia viscerale'.

La rabbia

e il sale che sfonda le mie tempie,

ruggire e sfiatarsi,

correre correre correre.

 

Fin laggiù a morsi devo correre

fosse l’ultima cosa che faccio.

 

Sesso violento, asma o metanfetamine,

di cosa profuma la vita tua?

La mia sa di panni sporchi e lamentele,

e poi di Dio che se ne sta

a ridere di me.

 

Le nocche, come son belle le nocche,

ti ci spacco il muso

Dio tanto gradasso.

Ma ora penso solamente

a correre correre correre.

In fondo nella vita

prima o poi si arriva.

Che sia la morte,

che sia la fica.

 

Si: che sia la morte!

Potrebbe piacerti

  • E’ troppo intensa e bella per essere un “finale”…

    Un saluto

    Saby

    • Se devo lasciare la scena, giusto farlo a modo mio: visceralmente!
      Saby grazie per aver sempre partecipato a questo blog e buona fortuna per il tuo!

      • Grazie…spero continuerai comunque a leggerlo =)

        Però.. mi dispiace!

        • Ancora non è definitivo il mio abbandono, devo riflettere un po’ ecco..
          Ad ogni modo continuerò a leggere il tuo, è chiaro!

  • Versi maledetti i tuoi 😀
    Butta fuori tutto, fa bene

    Hai tanto altro da raccontare, ma forse poca voglia…

    A presto
    Johnatan

    • Forse è anche voglia, ma credo che il blog non sia una dimensione a me congeniale, in fondo sono io il responsabile se non ha funzionato..
      Mea culpa.

      • Davvero?
        Spero tu trovi al più presto la tua dimensione di comunicazione 😉

  • Abissale, carico, istintivo.
    Tu.

    • Da te, capace di scrivere e sciogliere l’anima è un omaggio che mi rende felice come un bimbo.. Giuro!

Rimaniamo in contatto

Iscrivendoti al blog riceverai i nuovi post direttamente nella tua posta elettronica.

Qua la pinna! Grazie per la fiducia concessa al Tricheco.

Ehm, qualcosa è andato storto.

Send this to a friend