Versi

Sembri pioggia

7 marzo 2018

Sembri pioggia
quegli occhi sciolti che non lo sai
quegli occhi sciolti che me li sento addosso
scola giù come un fruscio
come acqua giù dalle balconate
questa sensazione che mi scappa dalle mani
sfuggevole
e finisce fra le mie labbra e le tue
dolci
fulmini silenziosi
Veneri in dolce pazienza.

Sembri pioggia
urla questa canzone tra le stelle oltre la tempesta
le mie mani ti scrivono sul collo
dolci e maliziosi versi di supplica
vorrei solo che tu mi fossi piovuta addosso
per sentirmi gelido
fino a faticare, sino a tornare a casa
confondere lacrime mie con la disgrazia tua.

Sembri pioggia
accecami
parole soffocate
che questa pelle brucia
la tua di più
e questo mio ombelico sa già di te
con gli occhi affossati laddove nascondi il sorriso
tra la fossetta a lato della tua bocca
l’infinito
e queste parole che blateri sotto la luce dei capannoni industriali
le opache sfumature sui vetri
le mie vene aperte
l’anima in mano che soffia via
soltanto velate umide poesie.

Sembri pioggia
ed io
a bocca aperta 
ti raccolgo
goccia dopo goccia
che se smettesse di piovere
quel giorno
quella notte
quelle ore
vorrò sentire il tuo sapore. 

Sembri pioggia,
e tu
sei la pioggia.

Potrebbe piacerti

Rimaniamo in contatto

Iscrivendoti al blog riceverai i nuovi post direttamente nella tua posta elettronica.

Qua la pinna! Grazie per la fiducia concessa al Tricheco.

Ehm, qualcosa è andato storto.

Send this to a friend