Versi

Scusa #1

11 settembre 2013

Di eterni e suscettibili piccoli movimenti

di occhi scuri su di un infinito coro di sfumature sprecate

volti sempre oltre

in quel vergognoso tentativo

atto dell’ignorare

un velo scoperto a malapena

ed un dispiacere di respirare

ancora

a bocca aperta.

 

Involontaria dimostrazione di una mia esistenza

me ne scuso

se per banale errore

non ci abbia mai capito nulla nella semplicità

del vivere.

Potrebbe piacerti

Rimaniamo in contatto

Iscrivendoti al blog riceverai i nuovi post direttamente nella tua posta elettronica.

Qua la pinna! Grazie per la fiducia concessa al Tricheco.

Ehm, qualcosa è andato storto.

Send this to a friend