Versi

Il piccolo me e le sue farfalle

19 ottobre 2010

Scrivo sulle farfalle

di emozioni che si inzuppano nel latte.

Ogni battito d’ali sarà un caleidoscopio di poesia

e mi sazierò di parole che mi solleticano il pancino.

Lascerò le rime soffiarmi sui palmi

gioendo delle case di parole che

tra le mani, nei loro solchi custodirò.

Vedrò il mondo girare come la mia testa,

col loro colorato volo seducendo la mia scrittura

che in grembo porteranno come il tonfo di un urlo nell’arcobaleno.

 

Mangio le farfalle

per sentirle meglio nello stomaco

balbettare miele mentre fuggo da me stesso

cercando rifugio in una caverna di donna.

Se soffio il cielo si dipinge,

se alito i colori del mio quadro si sfumano,

se parlo posso accarezzare le vostre forme psichedeliche.

E quando ci saremo digeriti insieme

torneremo a parlare di come

far l’amore assieme sarà la nostra miglior poesia.

 

Sarò il bambino che fissa le farfalle

leggendo il loro corpo all’incontrario

scoprirò isole nude da toccare

e abissi luccicanti da spalmare su pensieri spiccioli

dove m’incoroneranno re di questa folle aiuola che coltivo

solamente per far crescere un trono

che sappia nutrirmi come un utero lisergico.

Non lascerò la lingua abbeverarsi da lontani miraggi

né scottarsi da fonti non avvelenate,

seguendo sempre quella soffusa scia, piccola ma sincera

che quelle ali sussurrano nel più profondo del mio animo.

L’unica vera oasi sarà il mio stesso deserto.

 

Poi finalmente farò volare via le farfalle

dopo averle cullate con la pioggia estiva

e con merende di pugni e cherosene.

Divoreranno affamate chi non vorrà assaporarne il polline

sparso sui loro corpi come fiori asessuati

e martelleranno con fragili onde i granelli

di una sabbia nera inseminata di banalità e sigarette.

Non lascerò che a loro importi di loro stesse

accarezzando simpatiche bare prima che l’orologio parli,

le salverò come loro soccorsero me naufrago nel cemento.

 

Amerò sempre le farfalle.

Loro che sono la mia poesia.

 

Potrebbe piacerti

Rimaniamo in contatto

Iscrivendoti al blog riceverai i nuovi post direttamente nella tua posta elettronica.

Qua la pinna! Grazie per la fiducia concessa al Tricheco.

Ehm, qualcosa è andato storto.

Send this to a friend