Versi

Fiume Li

28 maggio 2012

Le parole soffici sulle lanterne rosse

nell’anno del dragone che graffia il cielo a riso

gl’occhi scuri ammorbidiscono

quello che già chiamo ricordo.

Un po’ di me brucia

come l’incenso

oltre i templi

oltre i pensieri del mondo del tramonto.

Chiamami fragorosamente

cercandomi nelle risaie.

Dove mi trovo lo sa

solo il fiume Li.

Potrebbe piacerti

Rimaniamo in contatto

Iscrivendoti al blog riceverai i nuovi post direttamente nella tua posta elettronica.

Qua la pinna! Grazie per la fiducia concessa al Tricheco.

Ehm, qualcosa è andato storto.

Send this to a friend