Versi

All’alba

22 settembre 2012

Nessuno sguardo assorto

ruba l’orizzonte opaco solo mio.

All’alba.

Un taccuino di cuoio tra le mani

si scalda col passare dell’inchiostro

e quello scrosciare di parole

squaglia l’aria.

 

Il nulla riempie il nulla

e tutto stenta a svegliarsi.

Potrebbe piacerti

Rimaniamo in contatto

Iscrivendoti al blog riceverai i nuovi post direttamente nella tua posta elettronica.

Qua la pinna! Grazie per la fiducia concessa al Tricheco.

Ehm, qualcosa è andato storto.

Send this to a friend