Versi

1

4 maggio 2016

'1' è una poesia pubblicata sul sito 'Il tricheco psichedelico'.

Prendi il tempo e fanne un gran bluff

come fruscio lieve

– come diavolo si potrebbe fare –

non chiederlo mai

ma infrangersi come palpebre

a creare scintille

che oltre un viso rinato

odora di libertà di essere

profuma di spirito e di semplice

grave e sfacciata

tranquillità

dal buio d’orata

con malcelata e sorridente unicità

fin all’intravedere dentro e fuori

come un tutt’uno.

 

E quel spesso e denso e inciso e fiammante guscio vuoto

a terra,

e rialzato l’io e il me e quel mio eros.

Si! A quel tutt’uno

affido il mio nome.

 

Il mio nome,

claustrofobico,

in volo su di sé

fra uno sguardo spesso come fiamme innocue.

 

Il mio nome è perdono al suo interno,

tramortito dalle sue viscere.

 

Il mio nome

è il tutt’uno,

tutto il dannato

e bellissimo

azzurro

tutt’uno.

 

La cosa più imperfetta che si avvicini alla perfezione

il mio nome,

in alto fra i tuoni

è il perfetto uno,

intero

indivisibile

pronunciabile

visibile al tocco della mia mano che si chiama.

 

Uno.

Io.

Potrebbe piacerti

Rimaniamo in contatto

Iscrivendoti al blog riceverai i nuovi post direttamente nella tua posta elettronica.

Qua la pinna! Grazie per la fiducia concessa al Tricheco.

Ehm, qualcosa è andato storto.

Send this to a friend