Spud Krasnapolsky

Probabilmente frutto di residui della follia acida di San Francisco dei sixties incontrandosi con i precetti della Generation X e con l’inconsapevolezza degli amati anni 90… nato un po’ come tutti: sesso, eiaculazione, pancione, corsa in ospedale.

Dopo anni cercando l’identità sembro risultare uno studente in quel di Bologna. Ogni giorno mi ripeto: “Il punk mi ha salvato la vita e gli rimarrò per sempre un fedele adepto”. Come mi sento a 20 anni? Come mi sentirò tra 10? Domande inutili… che senso ha passare il tempo a capire cosa si sente? Si rischierebbe di restare sospesi in una realtà mentale parallela e scorgere a malapena che il tempo passa inesorabilmente, rimanendo passivi. Eppure non riesco a fermare quel criceto che vive nel mio cranio, sempre attivo, sempre pensante a fantasticare o metabolizzare concetti le più volte insensati ma proprio per questo attraenti per la mia mente.

Vivo costantemente tra il passato e le proiezioni future: il presente lo vivo a modo mio.

E’ questa la punizione per avermi dato la capacità di ricordare ogni attimo, avvenimento, sguardo, carezza e anche una singola parola? Non vorrei mai essere diverso da come sono.

L’egocentrismo é una qualità o il peggiore dei vizi?Ai posteri l’ardua sentenza………

La mia filosofia: “La vita non é un copione già scritto, é un libro con inizio e fine prestampati, poi tocca a te scegliere con cosa scrivere e cosa raccontare”. Il mio problema, qual é il mio problema? Probabilmente non so scrivere bene..

Sembro marcire in una reltà parallela, con un coyote e dei rosafanti ad aiutarmi nella mia via crucis di perdizione interiore.. un giorno qualcuno mi tirerà fuori da questa agonia e così troverò la scusa per poter morire di nuovo fin quando non troverò quella cazzo di ghiandola pineale e potrò essere certo di poter dire: “I’m almost blue”… fino a quel momento continuate a scavarmi la fossa, io non ne ho le forze…


  • giulialiscious

    aprire un blog è un bel passo in avanti 🙂

  • Figata l’egocentrismo! Un po’ come i rosafanti.

    Non lo definirei nè vizio nè qualità..
    Però so dirti ch’è d’obbligo.
    Lo assaggiamo tutti perchè ci nasciamo, egocentrici, e ci muoriamo, egocentrici. Appunto come hai detto tu, “è prestampato”:).
    La Nostra Fase Egocentrica obbligatoria è anche chiamata Infanzia.. che finisce, come disse James O’barr, quando scopri che un giorno morirai.
    (anche se a me sembra un po’ un controsenso..?..)
    .. ma comunque, c’è chi, nell’infanzia, ci sguazza per tutta la vita!

    Invidia invidia invidia … 🙂

    • L’infanzia è una vasca da bagno grande come l’universo, piena d’acqua calda e tanta tanta schiuma. Ed io mi ci immergo con la mia paperella.
      Mi immergo e me ne fotto.
      E quando morirò sarà un magnifico funerale lisergico (e la colonna sonora ovviamente dovrà essere “Lysergik Funeral Procession” dei Down).
      Questo è scritto nei testi sacri. Almeno così ho tradotto io.

  • Impeccabile.

Rimaniamo in contatto

Iscrivendoti al blog riceverai i nuovi post direttamente nella tua posta elettronica.

Qua la pinna! Grazie per la fiducia concessa al Tricheco.

Ehm, qualcosa è andato storto.

Send this to a friend