Prosa

Una storia vera di un uomo vero in un cimitero vero di questo vero mondo

10 agosto 2010

Non pretendere. Da me non aspettarti 250 pagine di racconto, se questo stai cercando, caro uomo dall’ovest, corri dritto al mercato e parla con qualche vecchio, loro si che hanno storie interessanti e lunghe, ti potrebbero tener ore o forse giorni, faresti piacere a loro poveri tristi uomini al loro capezzale sociale e impareresti qualcosa di buono, ma faresti un piacere a me in particolare, non dovrei così sentire le tue lagne su quante righe ti servono a raggiungere il coito.

Qui non troverai una mano a farti una sega, io scrivo poco, male ma soprattutto poco, mi piacciono piccole porzioni di pagina affrescati con sputi di lettere uniti da spazi che contengono tutto il nulla che mai capiremo. Io scrivo 7/8 righe e poi corro a vomitare: sono una scopata estiva con una sconosciuta, una violenta sveltina, non ti impegno e non ti voglio. Mi ricorderai con un sorriso beffardo sul tuo volto di uomo ignobile ma mai parlerai di me a nessuno. Sono un segreto, tienimi stretto e muorici accanto.

Questo dissi all’editore prima di essere cacciato dalla sua stanza, peccato c’era un bell’odore lì dentro, qui c’è solo il mio odore e sa di fallimento e di pop corn. Ho deciso: basta film, basta cinema e basta pop corn. Non posso fallire, non posso sbagliare. Domani esco e mi compro una giacca ed una cravatta, una di quelle per le grandi occasioni, una di quelle che ti rendono una persona per bene, una di quelle che strozzano il bambino che vive dentro di te (ti ammazzo Peter Pan). Si domani farò così. Ora passo al negozio e mi compro del vino, devo festeggiare. Si domani non fallirò. Poi a casa piscerò senza bagnare la tavoletta e andrò dal barbiere. Sarò educato e non chiederò cose sconvenienti. Si domani non fallirò perché l’ho sentito in tv che così si fa e se così fai non puoi fallire. Ohhh domani. Ohhh domani non fallirò, sempre che quel treno non mi prenda in pieno…………………………………..

ADDIO UOMO EVISCERATO

Una storia vera di un uomo vero in un cimitero vero di questo vero mondo.

Potrebbe piacerti

Rimaniamo in contatto

Iscrivendoti al blog riceverai i nuovi post direttamente nella tua posta elettronica.

Qua la pinna! Grazie per la fiducia concessa al Tricheco.

Ehm, qualcosa è andato storto.

Send this to a friend