Pensieri

Riflessione spudorata

10 agosto 2010

Io non ho molti anni, ma abbastanza per comprendere che la vita non è altro che una triste gioia. Non ha molto senso passare un’intera esistenza a dimenarsi tra gli argini di questo fiume, tanto prima o poi qualche onda riuscirà ad affogare la tua rabbia: sarai come tutti gli altri. Piuttosto godersi un po’ di sana depressione per poi sorridere un po’ senza motivo, sintomo di tranquillità esistenziale non mi sembra male.

Ma chi son io per parlare? Sono uno di quelli che è già affogato? Son forse uno di quelli che continua a combattere contro i muri di polistirolo? Chi cazzo sono io?

Sono alto abbastanza per battere la testa contro i soffitti ma non abbastanza per non udire il suono delle menzogne dell’umanità riunita a festa.

Sono furbo abbastanza per bere fino a vomitare e non voler vincere mai e poi mai, ma non abbastanza per far finta che la serenità sia racchiusa nel tesoro di una lavatrice classe A.

Sono giusto abbastanza solo se me lo dici in rima, ma probabilmente mai ci crederò veramente e perché poi dovrei farlo, perché dovrei fidarmi di una persona che parla in rima?

Chi cazzo sono io?

Lo chiedo a te, tu che passi in questa vita; tu che mi hai stretto la mano; tu che hai sentito l’odore del mio sesso; tu che hai annusato il ritmo dei miei respiri la notte che avevo paura del temporale; tu che hai visto come ho potuto perdere tutto, riconquistare tutto, mollare tutto, fottere tutto, morire tutto, vincere tutto, spegnere tutto, mangiare tutto e poi piangere tutto mentre urlavo tutto; tu che mi hai visto desiderare un malinconico pugno nello stomaco; tu che come ti chiami poi? Non mi importa più ormai.

Non si parla di te, neppure di me, non si parla più di nulla: se non hai forza puoi solo attendere il tramonto del tuo discorso, e lo vedi anticipato dal triste ghigno sul tuo muso, sei un cane che attende il suo padrone.

Quant’è bella fine se non ha un senso. Quanto eri bello tu, o io, o noi.. o il nulla.. o i girini. Il bruco dice addio al cane e il cane se lo mangia. Trovatevi la vostra lezione, io torno a sputar dal balcone.

Potrebbe piacerti

Rimaniamo in contatto

Iscrivendoti al blog riceverai i nuovi post direttamente nella tua posta elettronica.

Qua la pinna! Grazie per la fiducia concessa al Tricheco.

Ehm, qualcosa è andato storto.

Send this to a friend