Pensieri

I post-it mattutini

14 ottobre 2010

Negli occhi si annidano i miei tormenti.

E’ questo ciò che penso dalle 5 di questa maledetta mattina. Spenta la luce sul comodino il buio mi ha mostrato il suo macabro spettacolo: gli incubi mi baciavano sul collo e con il loro sospiri mi lavavano via le ombre di sorrisi appena accennati.

Mi ripeto che oggi sarà diverso, il mondo cambierà al ritmo dei miei passi per strada, il cielo sarà lieto di vedermi passare e sussurrarmi dritto in petto il maledetto senso di questa vita che non vedo, e non riuscirei a vedere neppure se disegnato intorno al mio ombelico con i pastelli che da bambino temperavo sporcando il tavolo, quella era felicità.

Ora faccio ritratti con lo sporco che i miei pensieri mi lasciano dentro da vomitare sulla bacheca accanto ad un post-it che mi ricorda che oggi dovrei esser felice.

 

MEMO: cancellare le memo.

 

MEMO: non dormire più.

 

Riorganizzo la bacheca come sistemo la mia vita. Mi serve del buon vino, voglio sentire le labbra impregnarsi di vita ed impastarsi impedendomi di scandire bene i miei stupidi nomi. Il bicchiere che si svuota ti aiuta a ricordare, per questo decido di tenerlo costantemente pieno, per oggi basta pensare, tanto prima o poi avrò sonno.

 

MEMO: gli incubi non si possono uccidere.

 

 

Potrebbe piacerti

Rimaniamo in contatto

Iscrivendoti al blog riceverai i nuovi post direttamente nella tua posta elettronica.

Qua la pinna! Grazie per la fiducia concessa al Tricheco.

Ehm, qualcosa è andato storto.

Send this to a friend