Io, me e l'eros, Pensieri

Quel 6 giugno

12 agosto 2010

C’è da chiedersi il motivo di tanto patema.

La notte è giovane ma non per me, i miei pensieri son vecchi, quasi morti. E come i morti non li dimentichi, sono lì ad attendere che qualcuno si ricordi di loro: il ricordo è in se la morte del presente.

Aria. Aria arriva appena sulla mia testa, le palle del ventilatore cigolano sul soffitto, cadenzano il ritmo dei miei sospiri, timorosi del significato che a loro potrei attribuire.

Luce. Una luce fioca alla mia sinistra mi ricorda che sono solo e ho paura di stare solo, questo buio non mi ama, e lui, il buio, non ha timore di me. Io invece ho timore di lui, il buio.

Mi siedo sulla poltrona. Inizia il film.

Ho diretto una pellicola che non avrei voluto scrivere e ora devo assistere alle scene che io stesso vorrei bruciare. Il film è penoso, ne ho diretti di migliori, ne farò di migliori. Ci servirebbe un falò dice una voce nella mia testa, la ascolto ma non ha null’altro da dire; non serve un falò penso: un film, anche se brutto non si può cancellare dalla storia. Fine del film. Lo sguardo è teso alla ricerca di un appiglio, cerca conforto, quel conforto che uno stendino non riesce a dare: imparo che le cose non ti danno aiuto. I muscoli del viso sono tirati, sembra rabbia, sembra tristezza, sembra tutto quello che è il nulla. Ah il nulla, come posso io ammirare il nulla, se appunto è nulla? Ma il problema non è questo, almeno così sembra. Mi sto odiando.

Non ho mai amato il 3, odio la perfezione, non mi rispecchia, non è la mia ambizione, non il mio vizio.

Le mie dita battono i tasti del computer come fosse un piano, le note mi cullano, un timido sorriso albeggia. E’ l’odore del paradiso. O del nulla. No, invero si tratta solo di sonno”.

Potrebbe piacerti

  • giulialiscious

    CONTINUA COSI…i tuoi pezzi diventano sempre meglio!

Rimaniamo in contatto

Iscrivendoti al blog riceverai i nuovi post direttamente nella tua posta elettronica.

Qua la pinna! Grazie per la fiducia concessa al Tricheco.

Ehm, qualcosa è andato storto.

Send this to a friend