Io, me e l'eros, Versi

Parole sante

14 luglio 2013

Tra tutti

tra la miseria degl’occhi stanchi

tra il vespro ridondante dei monologhi nel vuoto delle madri

tra i veli in cui sorridono le belle cosce

tra i peccati viscerali

tra il rumore del vento e il profumo di uno sterrato di ghiaia

tra le carte scombinate sul tavolo

tra le vene che s’intrecciano a vomitare

tra sé stessi a singhiozzarsi i ciao come stai

tra le spallucce ai dischi che si alternano al juke box

tra l’acerbo odore del silenzio negli angoli di memoria.

 

 

Tra tutti,

Dio non ha scelto me.

Potrebbe piacerti

Send this to a friend